Scuola Professionale Agro-Zootecnica di Caia e Centro per lo Sviluppo Agro-Zootecnico

“Fare della terra la base del nostro sviluppo è una sfida sicura per il futuro di tutti noi!”: così scriveva, nel 2006, Isau Meneses, cantante e deputato della Repubblica del Mozambico, sul libro d’opera della Scuola Professionale Agro-Zootecnica di Caia, allora nella sua fase di avvio delle costruzioni.

Il progetto di costruzione ed avvio di un centro multifunzionale di sviluppo agricolo venne strutturato a partire da una indagine volta a raccogliere dati di tipo socio-economico e verificare l’interesse per un progetto nell’ambito della formazione per l’agricoltura, condotto da un gruppo di lavoro distrettuale composto da tecnici della Direzione di Educazione, Direzione Agricoltura e professori della scuola secondaria. L’esperienza del Trentino ed in particolare dell’Istituto Agrario San Michele all’Adige sono d’ispirazione e portano all’idea di costruire un centro polivalente inclusivo di una scuola professionale in ambito agro-zootecnico per giovani e di un centro di formazione pratico-applicativo con annessa azienda agricola modello rivolto agli adulti. L’avvio ufficiale nel giugno 2005 con un protocollo d’intesa firmato dall’Amministratore del Distretto, dalla Direzione Provinciale di Agricoltura, dalla Direzione Provinciale di Educazione e dal CAM che definisce i reciproci impegni e responsabilità.

Viene avviato inoltre un rapporto di collaborazione con la GTZ-PRODER promotrice di una nuova tecnologia costruttiva con mattoni di terra stabilizzata a minor impatto ambientale e volta a favorire l’utilizzo di materiali presenti sul territorio ed a valorizzare l’imprenditoria locale attraverso la costituzione e formazione di microimprese locali.

La Scuola Agro-zootecnica di Caia (EPAC), da subito autonoma ed indipendente affidata alla gestione statale, viene inaugurata nel 2008 e a partire dal 2010 viene avviato il terzo anno facoltativo per favorire chi dopo i due anni di studio tecnico-pratico previsti per conseguire il titolo di “operatori agro-zootecnici” volesse continuare gli studi.

Il Centro per la Formazione Agro-zootecnico (CDAC), ha invece un proprio statuto che lo configura come “soggetto privato con finalità pubbliche”. I suoi settori di intervento sono: la produzione, per creare entrate utili per il mantenimento e sostenibilità del centro e soprattutto per essere un modello di azienda agricola, la sperimentazione (per applicare tecniche migliorate di produzione o colture poco diffuse a fini dimostrativi), la formazione (attività dimostrative e formative con gli alunni della scuola ma soprattutto formazione dei contadini del distretto attraverso corsi realizzati con il Servizio Distrettuale di Attività Economiche) e l’offerta di servizi (lavorazione di campi mediante l’utilizzo del trattore, trasporto di prodotti sui luoghi di vendita, ecc.).

Il lavoro di costruzione ed avvio del centro ed il sostegno all’avvio del CDAC sono stati uno dei progetti del CAM che ha comportato il maggior impegno, sia finanziario che organizzativo.

RISULTATI PRINCIPALI

Costruita ed avviata una scuola professionale agro-zootecnica con un curriculum di 2 anni + 1 gestita dal Ministero dell’Educazione che diploma circa 60 alunni per anno

Costruita ed avviata una azienda agricola/centro di formazione

Offerti servizi ai contadini (lavorazioni con il trattore, immagazzinamento, trasporti…), distribuzione di strumenti agricoli e sementi, consulenze e corsi di formazione per adulti

Realizzate produzioni sperimentali e/o per autofinanziamento dell’azienda e delle attività di utilità pubblica che questa svolge

Attivati progetti e partenariati con altre organizzazioni attratti dal “polo di formazione agricola” di Murraça

Formate 10 micro-imprese di costruzioni operanti nella realizzazione dei vari lotti di costruzione del progetto

PERIODO

2004-2015

Costo Totale

Costruzioni € 1.030.500
Appoggio a CDAC e EPAC € 306.000
Consulenza € 298.000

Partner

Istituto Agrario di San Michele all’Adige – Fondazone Edmund Mach
Coldiretti
GTZ – Proder
ACCRI

Finanziatori

Provincia Autonoma di Trento
Fondazione San Zeno
Comune di Trento
Fondo Comune delle Casse Rurali Trentine Cantina di Lavis
Coldiretti
Casa Girelli
Paddel – Ambasciata d’Italia in Mozambico
WSP International Sweden AB

Controparte locale

Ministero dell’Educazione
Ministero dell’Agricoltura
Amministrazione del Distretto di Caia
Direzione Provinciale delle Opere Pubbliche

CI SONO TANTI MODI PER CONTRIBUIRE AL PROGETTO

FAI UNA
DONAZIONE

Con il tuo sostegno concreto possiamo costruire tanto

DONA
IL 5X1000

Un gesto semplice che ha grande valore

DIVENTA
UNO DI NOI

Attivati nel lavoro o nel volontariato con noi

ISCRIVITI
ALLA NEWSLETTER

Attraverso la nostra newsletter mensile condividiamo aggiornamenti sui progetti, sulla vita del CAM, sulle iniziative in Trentino e in Mozambico, segnalazioni, proposte e riflessioni.

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui