Escolinhas

Iniziativa di supporto sociale, nutrizionale ed educativo per bambine/i in età prescolare, con particolare attenzione all’accoglienza di bambine/i orfani o svantaggiati.

Nato nel 2003, il progetto intendeva rispondere a dei bisogni principalmente sociali, con un intervento di tipo educativo. Di fronte al problema di tanti bambini orfani di uno o entrambi i genitori, fenomeno prioritario segnalato anche dalle autorità distrettuali e legato soprattutto alla diffusione dell’AIDS, ci si è dato l’obiettivo di essere uno strumento di rinforzo dei bambini per facilitarne l’inserimento nelle scuole elementari, creare le condizioni per favorirne il successo scolastico, contrastando l’elevato abbandono nei primi anni di scuola proprio dei più svantaggiati e delle bambine.

E’ stato così costruito un piccolo centro prescolare (escolinha), composto da una struttura aperta per le attività dei bambini, una piccola struttura chiusa per magazzino del materiale utile alle attività e per ufficio, una piccola struttura adibita a wc per bambini e bambine e da spazi gioco, il tutto in una zona recintata. Durante la giornata sono previste tre ore di attività di socializzazione, gioco e avvicinamento alla lingua portoghese, pratica di semplici norme igieniche, oltre ad una piccola merenda – a tre gruppi di circa 40 bambini. Il centro svolge anche una funzione di controllo nutrizionale sull’infanzia, in quanto permette di monitorare lo stato di salute e le condizioni di vita dei bambini più poveri e svantaggiati, con campagne di screening rivolte a tutti i bambini del quartiere.
Dalla bella esperienza dell’escolinha “Lar dos Sonhos” nel quartiere di Chirimba 1 di Caia, sono nate negli anni successivi altre tre realtà analoghe, in altrettanti quartieri della cittadina, per un totale di circa 6-700 bambini che le frequentano ogni anno.

Attualmente le escolinhas sono gestite da due coordinatori locali, e vi operano 9 educatori e 8 guardiani/inservienti, il personale è riunito nell’associazione ADEC – Associação para o Desenvolvimento das Escolinhas Comunitárias. Sono inoltre attivi un comitato di genitori per ciascun asilo ed uno rappresentativo di tutte e 4 le escolinhas, con compiti di supervisione, collegamento con le famiglie, risoluzione delle problematiche.

RISULTATI PRINCIPALI

I bambini tra i 3 e i 6 anni iscritti fino 2016

Formati 12 educatori e 2 coordinatori

I centri prescolari costruiti e finanziati

I bambini a cui offrono 3 ore al giorno di attività l'anno

Organizzati comitati dei genitori per l’accompagnamento delle attività

Realizzate attività collaterali di danza, educazione alla salute, cesteria, controllo nutrizionale, educazione inclusiva a favore delle famiglie e della comunità del quartiere

Creata una associazione composta dal personale che opera nelle escolinhas

Avviata la gestione del progetto in autonomia completa da parte di personale locale

PERIODO

2003 – in corso

Costo Totale

€ 630.000*

Costo annuale attuale

€ 50.000

Partner

Associazione Apibimi, CEFA onlus, ESSOR.

Finanziatori

Associazione Apibimi, CEFA onlus, Tavola Valdese, Consorzio Lavoro Ambiente, Fondazione San Zeno onlus, Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, alcuni asili e scuole del Trentino,
altri privati in Italia

Controparte locale

Servizio Distrettuale di Salute, Donna e Azione Sociale di Caia, Direzione Provinciale di Azione Sociale di Beira, Associazione ADEC

*Costo fino a fine 2016. Include due terzi del costo del personale espatriato di accompagnamento alle attività del settore.

CI SONO TANTI MODI PER CONTRIBUIRE AL PROGETTO

FAI UNA
DONAZIONE

Con il tuo sostegno concreto possiamo costruire tanto

DONA
IL 5X1000

Un gesto semplice che ha grande valore

DIVENTA
UNO DI NOI

Attivati nel lavoro o nel volontariato con noi

ISCRIVITI
ALLA NEWSLETTER

Attraverso la nostra newsletter mensile condividiamo aggiornamenti sui progetti, sulla vita del CAM, sulle iniziative in Trentino e in Mozambico, segnalazioni, proposte e riflessioni.

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui