Allestimento e appoggio all’avvio del nuovo Ospedale Distrettuale di Caia

Il progetto di allestimento e sostegno all’avvio dell’Ospedale Rurale di Caia costituisce un impegno eccezionale per il CAM a Caia – in termini di portata e di ambito di intervento (nonché in termini progettuali) – e nasce proprio all’interno del lavoro comunitario multisettoriale nel distretto di Caia diventandone il completamento quasi indispensabile.

Nel 2010, l’aggravarsi della situazione sanitaria del distretto, con il peggioramento dell’assistenza garantita dalle strutture pubbliche ed il ritirarsi di alcune ONG che appoggiavano il Servizio Distrettuale, ha portato il CAM ad interrogarsi sulla necessità di intervenire in un settore così cruciale per lo sviluppo del distretto, essendo evidente che le difficoltà nell’ambito della salute hanno ripercussioni su tutti gli altri settori di attività e programmi di intervento. L’Ospedale, concluso da anni in termini infrastrutturali, non era ancora operativo per mancanza di fondi per l’allestimento, inoltre, la situazione sanitaria nel distretto era drasticamente peggiorata a partire dalla fine del 2009, momento in cui gli edifici del Centro di Salute di Caia  furono chiusi alla comunità e smantellati per ristrutturazione, lasciando gran parte delle attività ospedaliera provvisoriamente sotto delle grandi tende all’esterno.

Per la realizzazione del progetto è stato siglato un apposito accordo politico sottoscritto il 7 maggio 2011 dagli allora Governatore di Sofala Carvalho Muaria, Ambasciatore d’Italia in Mozambico Carlo Lo Cascio e Presidente della PAT Lorenzo Dellai.

Inaugurato nel 2012, il nuovo ospedale distrettuale è dotato di circa 100 letti, due sale operatorie, oltre ad una per gli interventi minori. Funziona da allora con regolarità ed ha contribuito significativamente al miglioramento delle condizioni di vita nel distretto, diventando punto di riferimento sanitario anche per 3 distretti limitrofi.

La relazione del CAM con il Servizio Distrettuale di Salute e la collaborazione con l’ospedale, con i medici e i tecnici continua strettamente, grazie al servizio offerto dal progetto di Cuidados Domiciliarios. Dove possibile il CAM offre appoggio al Servizio, in particolare facilitando la distribuzione dei medicinali, una volta al mese, negli ambulatori delle località più remote del distretto.

RISULTATI PRINCIPALI

sale operatorie attrezzate ed avviate

abitazioni per il personale costruite

operatori dell'ospedale finanziati fino a loro integrazione nell'organico del Ministero della Salute

infermieri formati

Finanziamento di un chirurgo per 2 anni

Allestimento completo dell’ospedale (degenze, maternità, due sale operatorie, sale d’attesa, lavanderia)

Dotazione di 2 autovetture

PERIODO

2011-2013

Costo Totale

€ 623.000

Partner

CUAMM
AMS-Attrezzature medico-sanitarie Trento

Finanziatori

Provincia Autonoma di Trento
Ambasciata d’Italia in Mozambico

Controparte locale

Ministero della Salute

CI SONO TANTI MODI PER CONTRIBUIRE AL PROGETTO

FAI UNA
DONAZIONE

Con il tuo sostegno concreto possiamo costruire tanto

DONA
IL 5X1000

Un gesto semplice che ha grande valore

DIVENTA
UNO DI NOI

Attivati nel lavoro o nel volontariato con noi

ISCRIVITI
ALLA NEWSLETTER

Attraverso la nostra newsletter mensile condividiamo aggiornamenti sui progetti, sulla vita del CAM, sulle iniziative in Trentino e in Mozambico, segnalazioni, proposte e riflessioni.

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui