Il Mozambico in visita alla FEM

Il Mozambico in visita alla FEM

Martedì 13 Novembre 2018 il CAM ha preso parte ad una visita speciale. Infatti, insieme a Mlal, abbiamo accompagnato un gruppo di dirigenti mozambicani in una giornata incentrata sull’educazione e sul mondo agrario: il Mozambico ha incontrato la Fondazione Edmund Mach a San Michele!

La delegazione era composta dal Direttore Generale della Direzione Nazionale di Educazione Tecnica, dalla Direttrice Provinciale di Maputo del Ministero di Scienze e Tecnologia, Educazione superiore e Tecnico Professionale e dai Direttori di due Istituti Agrari. Il gruppo si trova in Italia per approfondire il tema dell’istruzione agraria e tecnica, nonchè per visitare personalmente gli esempi virtuosi presenti nel nord del paese. Per questo la visita alla Fondazione è stata una tappa immancabile del viaggio.

Dopo essere stati accolti da Ivano Artuso, responsabile del Dipartimento di Supporo alla Didattica e all’Orientamento (oltre che volontario nell’ultima missione del CAM! leggi di più), la giornata è iniziata. Innanzi tutto abbiamo visitato l’Istituto: l’Aula Magna, la biblioteca, le classi, i laboratori in cui gli studenti mettono in pratica gli insegnamenti e le zone dedicate all’esposizione dei ricordi appartenenti al passato della scuola. In seguito abbiamo incontrato Silvia Silvestri, Responsabile dell’Unità Risorse Ambientali Energetiche e Zootecniche, anche lei membro dell’ultima missione del CAM (leggi di più), che ci ha parlato del suo lavoro all’interno della Fondazione. Infine la delegazione si è spostana nella zona storica, dove ha avuto l’occasione di visitare le cantine dell’Istituto, da sempre specializzato nella viticultura.

Dopo un pranzo tutti insieme, la delegazione è venuta a trovarci alla sede del Consorzio, dove abbiamo presentato il nostro lavoro un Mozambico.

Il Treno del Sale e dello Zucchero

Il Treno del Sale e dello Zucchero

L’evento di apertura del festival Tutti nello Stesso Piatto 2017, giunto alla nona edizione, è tutto dedicato al Mozambico, con la proiezione del film Comboio de Sal e Açucar Il treno del sale e dello zucchero») del mozambicano Licínio Azevedo. Alla proiezione, promossa in collaborazione con il CAM per ricordare i 25 anni dell’accordo di pace del Mozambico firmato a Roma, saranno presenti anche l’ambasciatrice del Mozambico in Italia Maria Manuela Lucas, Mario Raffaelli presidente del CCI e mediatore dell’accordo del 1992 e il giornalista di Repubblica Pietro Veronese.
Appuntamento martedì 7 novembre alle 19.30 al Teatro Sociale a Trento, ingresso libero.

IL FILM

Nel 1989 il Mozambico è un paese distrutto dalla guerra di destabilizzazione. Il trento che collega Nampula al Malawi è l’unica speranza per coloro che sono disposti a rischiare la vita pur di barattare qualche sacco di sale con lo zucchero. Un treno, senza orario preciso, scortato da militari. La ferrovia è continuamente sotto attacco e i sabotaggi non si contano. I nemici sono ovunque: le mine, le imboscate, i sabotatori e la gente stessa. “Il rumore degli spari non vi ucciderà, la paura sì”, è con questa frase che il capitano si presenterà ai passeggeri e al gruppo sottoposto al suo comando e questo rimarrà il fil rouge di una pellicola che corre, scorre e conquista sin dal primo fotogramma.

– Il primo film mozambicano candidato ad un Oscar – 

L’INCONTRO

A Roma 25 anni fa veniva firmata la pace per il Mozambico, Paese dell’Africa meridionale, il cui popolo aveva subito 16 anni di guerra devastante con più di un milione di morti ed ereditato un territorio a pezzi. Era il Paese più povero del mondo.
Prima della proiezione, dopo il saluto dell’Ambasciatore del Mozambico in Italia, Maria Manuela Lucas, faremo un breve excursus dai tempi degli accordi di pace fino al Mozambico di oggi, dialogando con Pietro Veronese, giornalista di Repubblica e grande esperto di Africa, e con Mario Raffaelli, uno degli attori degli accordi di pace, presidente del Centro per la Cooperazione Internazionale di Trento. Al termine della proiezione, sarà possibile dialogare con i relatori rispetto alle sfide odierne del paese africano che dopo anni di stabilità e di graduale crescita, ha vissuto una nuova dolorosa battuta d’arresto, a segnare che la pace non è mai acquisita per sempre e va continuamente alimentata.


In chiusura DULCIS IN FUNDO PER LA PACE a cura degli studenti dell’Istituto Alberghiero di Levico e Rovereto.

CARTOLINA DELL’EVENTO PDF

Giugno a Caia: in festa coi bambini e nel mercato

Giugno a Caia: in festa coi bambini e nel mercato

In questo breve resoconto il nostro coordinatore Julai Jone racconta gli avvenimenti più significativi del mese di giugno per il CAM a Caia.

Il mese di giugno a Caia è stato un mese ricco di avvenimenti per le tante festività mozambicane ma anche per il CAM e le sue attività.

Innanzitutto il 1° giugno si è celebrato la giornata internazionale del fanciullo. Come tutti gli anni i nostri 650 bambini che frequentano gli asili hanno trascorso una giornata di giochi, scherzi e tanto divertimento, oltre che con un bel pranzo collettivo. La novità di quest’anno è stato l’invito che la moglie dell’Amministratore del Distretto di Caia, Ernestina Saize Duarte, ci ha fatto per condividere nella residenza ufficiale dell’Amministratore un momento della giornata assieme a lei ed altre personalità importanti come suo marito e il direttore sanitario del Distretto.

Il 16 giugno invece si è festeggiato contemporaneamente la giornata del bambino africano e il giorno del Metical, la moneta mozambicana.

Infine il 25 giugno si è celebrato il 42° anniversario dell’indipendenza del Mozambico. Nel nostro distretto, il governo ha deciso di organizzare la cerimonia all’interno del nuovo mercato di Caia, progettato e in parte costruito dal CAM insieme al governo locale. Oltre alle classiche formalità di rito che contraddistinguono queste commemorazioni e alle danze e manifestazioni culturali quest’anno la particolarità è stata che accanto alla cerimonia si sono organizzate le fiere della salute e dell’agricoltura con la presenza di numerosi venditori. Durante la giornata l’Amministratore del Distretto, João Saize Duarte, ha sottolineato l’importanza della convivenza pacifica ed il rispetto delle leggi, invitando i commercianti e tutti i cittadini a sfruttare e valorizzare la piazza del nuovo mercato commercializzando i propri prodotti in un luogo definito da lui stesso sicuro e senza rischi. Durante la successiva visita agli stand agricoli ha espresso molta soddisfazione per quello che stava vedendo e per lo sviluppo che sta potrà avere il mercato.

Il Mozambico ha ottenuto l’indipendenza dai Portoghesi il 25 giugno 1975 con la proclamazione pronunciata da Samora Moisés Machel che poi divenne il primo presidente della repubblica.

                      

Julai Jone – traduzione e adattamento di Armin Wiedenhofer

Giorni di festa nella piccola Caia

Giorni di festa nella piccola Caia

20160911_114904Giorni di festa nella piccola Caia! Attraverso le sue parole, Julai ci racconta la forte partecipazione della comunità alle varie manifestazioni, sportive, culturali e ricreative organizzate per l’occasione!!

Il giorno 7 settembre, Caia ha celebrato la firma degli accordi di Lusaka, avvenuti nel 1974, tra la Frelimo e il governo coloniale portoghese. La firma di questi accordi hanno segnato la fine della lotta armata per la liberazione nazionale (lotta che durava da circa 10 anni) e la proclamazione del Mozambico come stato indipendente e sovrano nel 1975. 20160907_102930Per l’occasione, l’amministrazione di Caia ha organizzato un comizio politico che ha visto la partecipazione sia di autorità locali, che della popolazione. I numerosi discorsi che sono stati fatti hanno toccato i temi della pace, della instabilità politica che sta vivendo il paese e dei grandi progressi in termini di sviluppo che il distretto sta facendo.

Pochi giorni dopo, il giorno 11 settembre, i cittadini di Caia hanno festeggiato il 62esimo “compleanno” della  città di Caia, diventata appunto città nel 1954. Anche in questa occasione,  molte autorità hanno preso parte ai festeggiamenti, e durante i consueti discorsi di augurio, hanno sottolineato gli importanti segnali di crescita che la città di Caia sta registrando in questi ultimi anni.

20160911_114938Anche l’Amministratore di Caia, João Saize Duarte, è intervenuto durante i festeggiamenti, salutando la popolazione e tutti gli amici della città di Caia. Il suo discorso si è focalizzato sia sul tema della pace, come elemento fondamentale per il buon andamento delle attività produttive nella città, sia sul problema dell’innalzamento dei costi e l’aumento del costo della vita, sottolineando che le possibili soluzioni sono l’aumento della produzione dei prodotti coltivati a Caia e lo sforzo da parte della popolazione di raddoppiare le attività produttive nella città.

Un momento particolare è stato dedicato alle Associazioni che lavorano nella città di Caia. Durante i saluti alla comunità, Julai si è fatto portavoce di tutte le associazioni, leggendo un messaggio di augurio alla città di Caia.

20160911_113503La giornata è proseguita con i tradizionali canti e danze, in cui tutta la comunità, comprese le autorità, si sono scatenati. Durante la giornata è stata organizzata una fiera gastronomica e di prodotti agricoli, in ci ha partecipato attivamente anche l’associazione Mbaticoyane. L’associazione, in partnership con il Serviço Distrital de Saúde, Mulher e Acção di Caia, ha organizzato un’esposizione di prodotti agricoli, e grazie alla presenza di una infermiera nutrizionista, ha organizzato dei momenti informativi per la popolazione sull’alimentazione.

Seduti intorno alla lavagna arriva a Rovereto!

POJA LAVAGNA WEB-page-001Il Cam ha il piacere di segnalare l’inaugurazione della mostra “Seduti intorno alla lavagna” promossa dall’associazione “A Scuola di Solidarietà” e frutto della collaborazione di otto Associazioni diverse.

Dopo la tappa di Predazzo, la mostra arriva a Rovereto, e sarà esposta dal 14 Maggio al 5 Giugno presso il Palazzo Alberti Poja.

Maggiori informazioni le trovate qui