Ma che cos’è la cooperazione internazionale? Intervista a Andrea Deanesi

img_87851

Nella sua intervista a GTV, l’attore Andrea Deanesi racconta lo spettacolo I’m not a Tourist e  il suo personaggio.

Sul palcoscenico, lui è Paolo, un trentenne un po’ svogliato alle prese con gli ultimi esami universitari che coglie l’occasione di uno stage e parte per il Vietnam. Nella vita reale è Andrea Deanesi, diplomato all’Accademia Palcoscenico del Teatro Stabile del Veneto e docente presso EstroTeatro.

Il mondo della cooperazione per molti è un mondo sconosciuto. E così lo era anche per Andrea, le cui conoscenze sulla cooperazione internazionale non erano molte. Grazie al personaggio Paolo, però, per Andrea il mondo della cooperazione è diventato un pò più chiaro: Il personaggio di Paolo mi ha fatto ragionare su come tutti noi siamo connessi in qualche modo, ed anche sul modo in cui io prendo le decisioni ed alle loro possibili conseguenze.

26092015-DSC_0117-1L’incontro tra Paolo e Phuc (interpretato da Laurent Gjeci) è inizialmente un pò goffo e a modo suo buffo. Tuttavia la relazione che si instaura tra i due non è facile: l’incontro tra culture diverse e soprattutto l’ingenuità di Paolo, fa si che Paolo proponga una soluzione facile al problema di Phuc scontrandosi poi con l’impossibilità di realizzarla. Il cooperante, quindi, non è colui che arriva in un posto e risolve i problemi, ma è colui che coopera, collabora, con chi è sul territorio e conosce la realtà, ma che magari in quel momento non ha la possibilità di risolvere in autonomia il suo problema.

Ma Andrea sottolinea anche la notevole l’attualità dello spettacolo. Lo scontro di culture è alla base dello spettacolo (…) Lo spettacolo è attualissimo e può dare qualche spunto su come vivere nel mondo di oggi dove l’incontro tra culture è quotidiano. È uno spettacolo in cui non si parla della cooperazione di per sé, ma dello spirito della cooperazione. Di cosa la cooperazione voglia fare e di come lo intenda fare.  Il personaggio di Paolo mi ha fatto ragionare su come tutti noi siamo connessi in qualche modo.  

I‘m not a Tourist è uno spettacolo che parla dell’oggi, che vuole allargare il pensiero. I’m not a tourist non parla solo di cooperazione, ma la usa come miccia per parlare di tanto altro.

Ti aspettiamo a Tione giovedì 22 ottobre per l’ultima replica dello spettacolo!

Per ulteriori informazioni puoi leggere la presentazione del progetto 60 Storie e la presentazione dello spettacolo I’m not a Tourist.

Se non l'hai ancora visto…questa è l'occasione giusta!

Se non l'hai ancora visto…questa è l'occasione giusta!

60 Storie A3_tioneUltima occasione per chi non avesse ancora visto lo spettacolo “I’m not a tourist”!

Giovedì 22 Ottobre alle ore 20:30, si terrà l’ultima replica dello spettacolo teatrale “I’m not a tourist”! presso il Teatro Comunale di Tione.

img_9438Prodotto da Estroteatro su drammaturgia di Cinzia Scotton e regia di Mirko Corradini, lo spettacolo trae ispirazione dal blog www.60storie.com e porta sul palcoscenico la storia di tre ragazzi Elisa, Paolo, e Riccardo che partono per un’esperienza di solidarietà e cooperazione internazionale in Kossovo, Vietnam e Mozambico.

L’entusiasmo della partenza, della scoperta di nuovi paesi e culture è grande; e anche la voglia di mettersi in gioco e di dimostrare le proprie capacità. Ma presto i tre ragazzi si troveranno davanti agli ostacoli della realtà e alla difficoltà di comunicare con culture diverse, facendo cosi emergere mille dubbi e domande. img_9456

Ma tra momenti ironici e momenti drammatici, tra vicende professionali e storie d’amore, tra coccodrilli e cavallette fritte, i tre protagonisti diventeranno più consapevoli del mondo che li circonda, ma soprattutto più consapevoli di loro stessi.”

Vi aspettiamo numerosi!

"I'm not a Tourist" – Repliche autunnali

"I'm not a Tourist" – Repliche autunnali

I'm not a tourist - date autunnali!

Arriva settembre e riparte la nuova stagione teatrale con il nostro spettacolo “I’m not a tourist”!
Dopo il successo delle precedenti serate abbiamo deciso di offrire altre due repliche:
sabato 26 settembre al Teatro Valle dei Laghi di Vezzano alle 20:45
giovedì 22 ottobre al Teatro comunale di Tione alle 21:00
Ingresso gratuito!!!

I’m not a tourist racconta le vicende ironiche ed a tratti drammatiche di Elisa, Riccardo e Paolo: cooperanti nel lavoro e nella vita, condividono l’importanza dell’incontro tra persone e culture per affrontare insieme le sfide ed i problemi del mondo in cui viviamo.

Il fotoracconto curato da Anna Brian rende bene la vibrante serata che gli amici di Estroteatro creano per l’occasione: gli attori catturano l’attenzione, regalando momenti emozionanti ma anche drammatici e le uscite del regista a tratti ironiche, concedono brevi flash sul dietro le quinte di un lavoro non conociuto quale quello del cooperante.

Lo spettacolo è ispirato ai racconti del blog 60storie.com: 60 storie e volti della cooperazione di comunità trentina raccolti tra Trentino, Mozambico, Balcani e Vietnam, grazie ad un progetto di CAM – Consorzio Associazioni con il Mozambico onlus, ATB – Associazione Trentino Balcani, Gruppo Trentino di Volontariato e Docenti senza Frontiere.

Lo spettacolo è reso possibile grazie ad un progetto “60storie a teatro” che ha ottenuto un finanziamento della Provincia Autonoma di Trento, del Comune di Trento, della Cassa Rurale di Aldeno e Cadine e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto.

Scarica il programma completo del festival della Valle dei Laghi “Tutti i colori della pace”

Vi aspettiamo numerosi!

La storia di Aide – da tecnico a direttore

La storia di Aide – da tecnico a direttore

foto (2)Come tante delle storie che abbiamo raccontato nel blog www.60storie.it, anche quella di Aide è una storia che parla di Caia, di impegno per la comunità, di crescita.

Natalicio Felicio Matias Aide e è il giovane tecnico diplomato in idraulica che nel 2009 è stato selezionato e formato con il supporto del CAM all’interno di un percorso di appoggio alle istituzioni, nello specifico al Servizio Distrettuale di Pianificazione e Infrastrutture che in quel periodo è stato supportato nella creazione, proprio attraverso il tecnico Aide, di un Dipartimento Agua e Saneamento. Oltre che farsi carico di molti aspetti formativi e di supporto tecnico, il CAM ha garantito lo stipendio di Aide, secondo un meccanismo di “preassunzione” fino cioè all’inquadramento della persona nell’organico dell’amministrazione pubblica, processo che è sempre avvenuto, pur spesso con ritardi e difficoltà, per le molte persone selezionate e formate anche in altri settori (ad esempio per alcuni tecnici agricoli).

A questo percorso hanno partecipato anche, in varie forme nel corso degli anni, i gruppi di lavoro trentini e in particolare alcuni docenti e studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Trento nonché l’associazione Ingegneria Senza Frontiere. Il loro supporto tecnico, ma anche progettuale, è stato determinante per le attività del CAM nel settore agua e saneamento (che si occupa di fonti idriche e di sistemi di igiene pubblica, latrine, fognature eccetera).

Aide2Nel 2015 Aide, dopo alcuni anni di servizio a Caia che hanno visto molta collaborazione con il CAM e con i progetti che sono stati messi in campo, anche a livello comunitario (ad esempio il programma Madzi Athu che ha creato una associazione di coordinamento per i comitati di gestione dei pozzi, o il PPS – progetto di promozione della salute comunitaria), è stato nominato Direttore Distrettuale del Servizio di Pianificazione ed Infrastrutture a Inhaminga, nel distretto di Cheringoma, territorio nella Provincia di Sofala localizzato a sud di Caia. [Nell’immagine sopra, la cerimonia di incarico a Inhaminga, qui accanto il giovane tecnico durante la visita ad un pozzo a marzo 2010]

Gli facciamo i nostri migliori auguri per il suo incarico ringraziandolo per tutta la collaborazione di questi anni!

"I'm not a tourist" – nuove date

"I'm not a tourist" – nuove date

A3_Arco_SeraleLo spettacolo teatrale “I’m not a tourist” prodotto da Estroteatro su drammaturgia di Cinzia Scotton e regia di Mirko Corradini, ispirato al blog www.60storie.com, che al debutto a marzo ha fatto il tutto esaurito verrà replicato il 8 e 9 maggio al Teatro Portland a Trento (link per info) e successivamente il 14 maggio ad Arco (vedi locandina).

Sul sito www.60storie.com è inoltre possibile scaricare la nuova raccolta pdf che contiene tutte le storie e vedere la fotogallery del debutto al Teatro San Marco.

“Elisa, Paolo e Riccardo partono per un’esperienza di solidarietà e cooperazione internazionale in Kossovo, in Vietnam e in Mozambico. Li attendono feste di matrimoni, cavallette fritte, coccodrilli di fiume… ma anche culture lontane, che non sempre sono di facile comprensione. Tra momenti ironici e momenti drammatici, tra vicende professionali e storie d’amore, i tre protagonisti diventeranno più consapevoli del mondo che li circonda, ma anche di loro stessi.”

Oltre alle tre associazioni promotrici ed alla compagnia Estroteatro, la produzione ha ottenuto il sostegno di Provincia Autonoma di Trento – Servizio Solidarietà InternazionaleServizio Cultura, turismo e politiche giovanili del Comune di Trento, Docenti Senza Frontiere Onlus, Cassa Rurale di Aldeno e Cadine.

Per ulteriori informazioni sullo spettacolo e sulle repliche in Trentino, contattare la referente del progetto anna.brian@gtvonline.org.

Ulteriori informazioni per le scuole disponibili qui.