Rifiuti, una emergenza internazionale – una mostra sul lavoro del CAM a Beira

Rifiuti, una emergenza internazionale – una mostra sul lavoro del CAM a Beira

Il 16 novembre avrà il via la Settimana Europea Per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), un’iniziativa di sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti promossa dalla Commissione europea. La campagna incoraggia, cittadini associazioni, enti pubblici a proporre e presentare azioni concrete e buone pratiche per ridurre i rifiuti e il nostro impatto ambientale.

In Trentino sono previsti un ricco programma di iniziative promosse dal Tavolo dell’Economia Solidale Trentina con il coordinamento dell’associazione L’Ortazzo e numerose realtà del territorio.

Il CAM, da anni impegnato a lavorare nel settore rifiuti in diverse città del Mozambico, parteciperà alla SERR esponendo, presso il foyer del Teatro Comunale di Pergine, una mostra fotografica intitolata “Rifiuti, una emergenza internazionale – il lavoro del CAM a Beira”. La mostra, che sarà in esposizione da lunedì 18 a sabato 23, presenta l’emergenza rifiuti in un paese in via di sviluppo, rappresentando scene di quotidianità strettamente legate al problema rifiuti, problema che affligge l’Africa e che viene spesso trascurato.

Orari della mostra:
lunedì 19.30 – 21.00
da martedì a venerdì 17.00 – 20.00
sabato 10.00 – 13.00

Quattro zone di interesse del programma “Io non rifiuto – riduco riuso riciclo”: Alto Garda, Trento, Val di Fiemme e Valsugana. È possibile scaricare i programmi delle 4 diverse zone dalla pagina dell’Associazione “L’Ortazzo” o di Economia Solidale Trentina.

Anteprima della settimana lo spettacolo “Mi abbatto e sono felice” di e con Daniele Ronco, il 15 novembre alle 20.30  presso la sala della Cooperazione a Trento, ispirato a “La decrescita felice” di Maurizio Pallante. Un monologo a impatto ambientale 0, autoironico e dissacrante che non utilizza l’energia elettrica ma si autoalimenta grazie allo sforzo fisico prodotto dall’attore in scena.

 

Ripristinate la Scuola Primaria Eduardo Mondlane e la Scuola Secondaria Matadouro

Ripristinate la Scuola Primaria Eduardo Mondlane e la Scuola Secondaria Matadouro

Nel mese di settembre, sono terminati i lavori di ripristino della scuola primaria Eduardo Modlane e Secondaria Matadouro a Beira.

Diventate inadatte ad accogliere gli studenti a causa dei danni subiti dopo il passaggio dell’uragano Idai a marzo 2019.

Gli edifici scolastici rimasti integri erano stati utilizzati come campo d’accoglienza per gli sfollati interni e necessitavano quindi di una completa disinfezione e manutenzione prima di poter nuovamente venire utilizzati come aule scolastiche.

Tra le attività del progetto WASH svolto in partenariato con UNICEF, il CAM si è occupato di valutare lo stato delle scuole e procedere a

  • liberare i canali di scolo delle strutture intasati da acqua, rifiuti e macerie;

  • disinfettare e pulire i locali, i servizi igienici ed i laboratori (lavorando congiuntamente con la Direzione Provinciale della Salute, l’Ufficio Sanitario Comunitario);

  • fornire materiali e formare il personale per la pulizia e la disinfezione;

  • ripristinare il soffitto dei servizi igienici.

Un lavoro lungo che permetterà a numerose persone tra studenti ed operatori di studiare e lavorare in un ambiente idoneo alle loro esigenze.

Per celebrare la riapertura delle scuole si è deciso di organizzare una piccola festa alla quale hanno partecipato dipendenti e gli studenti di entrambi gli istituti.

Missione di settembre di Isacco Rama

Missione di settembre di Isacco Rama

Il nostro direttore, Isacco Rama, è recentemente tornato dal Mozambico dopo due settimane trascorse con i nostri collaboratori in missione di monitoraggio. Il fitto itinerario che lo ha portato a Maputo, Caia e Beira, lo ha visto impegnato in numerosi incontri con partner, autorità locali e collaboratori diretti del CAM.

La capitale Maputo è stata la prima tappa. Molti gli appuntamenti in città. Il primo si è svolto alla DINAB, la Direzione Nazionale dell’Ambiente del MITADER (il Ministero di Terra, Ambiente e Sviluppo Economico Rurale) per fare il punto sulle progettualità in corso nell’ambito dei Rifiuti Solido Urbani e condividere i contenuti delle nuove progettualità. Un incontro importante per continuare il lavoro svolto fino ad ora nel settore ambientale a Beira e Nampula. A Maputo, Isacco ha incontrato GAPI – nostro partner alla Caixa Financeira de Caia (CFC) per confrontarsi sulle scelte strategiche del prossimo futuro della banca, ad oggi uno dei progetti più di successo del CAM. L’ultimo degli incontri previsti a Maputo nella prima settimana è stato con i rappresentanti di AICS (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo) con cui si è discusso del nuovo progetto inerente la gestione dei rifiuti solidi urbani (LimpaMOSMOçambique) in partenariato con ProgettoMondo MLAL. Un progetto che intende continuare ed integrare le attività, finanziate sempre da AICS, poste in essere durante l’emergenza post Idai, che ha tenuto occupata l’equipe di Beira negli ultimi mesi.

Conclusi gli incontri nella capitale Isacco si è spostato a nord, direzione Beira, Caia e Nampula. Qui è stato ricevuto dai team locali CAM con cui si è intrattenuto per fare un resoconto degli ultimi mesi di attività, programmare i mesi prossimi e visitare le novità di Caia, come la Matchessa Mãe Lamukane inaugurata da poco dal gruppo Mbaticoyane.

Infine gli ultimi giorni di permanenza in Mozambico sono stati forse i più impegnativi. A Beira, oltre che la partecipazione all’Assemblea della Caixa Financeira de Caia, si sono svolti gli incontri con i rappresentanti di UNICEF e di UNDP, importanti enti internazionali con cui il CAM ha collaborato efficacemente durante l’emergenza Idai. Da questi incontri si cercherà di fare proseguire la collaborazione fino ad ora molto positiva.

#COGLILA!

#COGLILA!

Inizia oggi, 15 ottobre 2019, la campagna di sensibilizzazione #COGLILA!

Cos’è #COGLILA?!

È il risultato finale di un progetto sviluppato da 11 giovani di servizio civile di sei organizzazioni trentine: Associazione Trentino con i Balcani; CAM – Consorzio Associazioni con il Mozambico; Mazingira ODV; Docenti Senza Frontiere; Forum trentino per la pace e i diritti umani; Gruppo Trentino di Volontariato.

Di cosa parla #COGLILA?!

La campagna ha lo scopo di valorizzare le ricadute positive che la cooperazione internazionale ha a livello locale. Un modo nuovo per farlo è senz’altro quello di far ragionare i giovani sulla cooperazione internazionale allo sviluppo, con l’obiettivo di raccontare questo mondo in maniera diversa, visto dagli occhi di chi alla cooperazione si sta avvicinando ora ed è in grado di offrire una narrazione differente.

Qual è il significato di #COGLILA?!

Per raccontare i valori della cooperazione internazionale, si è deciso di giocare sulla similitudine tra la cooperazione, fiore all’occhiello del Trentino, ed un altro prodotto di cui siamo tanto orgogliosi: la MELA!

Infatti la cooperazione internazionale trentina, come la mela:

  • È un’eccellenza trentina: più di un centinaio di soggetti attivi nella sola Provincia di Trento. Dal 2005 al 2019, la Provincia ha dedicato ogni anno lo ,25% del bilancio provinciale per finanziare progetti di sviluppo

  • Ci arricchisce: la cooperazione contribuisce alla crescita economica della nostra Provincia. Non solo attraverso sovvenzioni e finanziamenti dall’Unione Europea e da altre organizzazioni internazionali, ma anche coinvolgendo attori del mondo profit come imprese ed aziende. E l’arricchimento non è solo economico. Negli ultimi 5 anni, più di 550.000 cittadini hanno beneficiato dei corsi di Educazione alla Cittadinanza Globale, uno strumento di partecipazione e comprensione delle sfide globali.

  • La esportiamo in tutto il mondo: tenendo come linea guida i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030, le associazioni trentine negli ultimi 5 anni sono state coinvolte in 436 progetti diversi, sparsi in 4 continenti. L’aiuto portato in tutto il mondo è inquantificabile.

Dove trovo #COGLILA?!

Da oggi, 15 ottobre, la campagna #COGLILA circolerà per Trento! 7 cartelloni pubblicitari distribuiti per la città, pubblicità nei cinema e tanto tamtam via social! Sarà inoltre disponibile il sito www.coglila.it per scoprire di più sull’iniziativa e mantenersi aggiornati sulle attività trentine di cooperazione internazionale!