Scuole inclusive e libere dalla violenza di genere

Finanziato dall’Agenzia Coreana per la Cooperazione Internazionale

Koica

Partner

Nuovi atteggiamenti e cambiamenti di comportamento per una società non discriminatoria ed equa dal punto di vista del genere a Beira, Nhamatanda, Dondo e Buzi

Il progetto mira a superare il concetto di mascolinità tossica a favore di un concetto nuovo e positivo. Quindi i principali gruppi target di questo progetto, che si sta attuando in 14 scuole secondarie nei distretti di Beira, Nhamatanda, Buzi e Dondo, sono i ragazzi e gli insegnanti. Non si tratta di promuovere solo l‘empowerment femminile, ma anche e soprattutto un cambiamento di comportamento e di pensiero della componente maschile del tessuto sociale. Gli insegnanti e i ragazzi saranno formati alla sensibilizzazione di pratiche e comportamenti contro violenza di genere, dove sarà promossa la politica di tolleranza zero verso la pratica “sex for grades” (richiesta o obbligo di prestazioni sessuali per avere voti positivi o passare gli esami), in modo che possano dare l’esempio ai loro colleghi di adottare atteggiamenti giusti, rispettosi ed equi verso le donne.

 

RISULTATI PRINCIPALI

Studenti coinvolti nella formazione

Insegnanti coinvolti nella formazione

Tecnici distrettuali delle direzioni educative

Tecnici provinciali

PERIODO

04/2022 –  in corso

Costo Totale

40.875

Finanziatori

KOICA – Agenzia Coreana per la Cooperazione Internazionale

Partner

UNFPA, CAM, Direzione Provinciale della Salute e Direzione Provinciale dell’Educazione

LUOGO DI IMPLEMENTAZIONE

Distretti di Beira, Nhamatanda, Dondo e Buzi 

IL PROGETTO

Il progetto, finanziato dall’Agenzia Coreana per la Cooperazione Internazionale, è gestito da UNFPA che si appoggia al CAM e   alle Direzioni Provinciali della Salute e dell’Educazione per la sua implementazione.

L’obiettivo principale è quello di orientare 14 scuole della provincia di Sofala verso un nuovo modello comportamentale riguardante la violenza di genere e le nuove mascolinità per promuovere un ambiente equo e rispettoso delle donne e dei giovani. Ciò significa sensibilizzare i ragazzi sul concetto di violenza e di genere per contribuire all’eliminazione della violenza contro le donne da parte di uomini e ragazzi e sul ruolo che possono svolgere nel combattere questo fenomeno.

Il progetto sarà diviso in due macro-attività:

  • una dedicata agli studenti: sono stati selezionati  14 studenti – 1 per scuola – che hanno il ruolo di leader all’interno dei club di ragazzi creati nelle scuole selezionate. Questi parteciperanno ad una formazione di 3 giorni e avranno il compito di formare e discutere, insieme all’insegnante di riferimento, le nozioni e pratiche assimilate durante la formazione; 
  • una dedicata agli insegnanti: per ogni scuola viene individuato 1 insegnante – insieme a 3 funzionari del dipartimento di salute di Beira (DPE)), che parteciperanno a loro volta ad una formazione di 3 giorni. Dopodichè avranno il compito di supervisionare i ragazzi nelle attività di sensibilizzazione e di assumere il ruolo di referente per lo sviluppo di un nuovo protocollo relativo ai comportamenti da assumere per evitare violenza di genere e quali assumere in caso di avvenuta violenza. 

RISULTATI ATTESI

1.  Formazione dei ragazzi adolescenti attraverso una campagna di sensibilizzazione sulle nuove mascolinità.

2. Rafforzare capacità di risposta alla GBV nelle scuole attraverso un sistema di segnalazione in atto e la formazione degli insegnanti sulla tolleranza zero rispetto a pratiche di “sex for grades”.

CI SONO TANTI MODI PER CONTRIBUIRE AL PROGETTO

FAI UNA
DONAZIONE

Con il tuo sostegno concreto possiamo costruire tanto

DONA
IL 5X1000

Un gesto semplice che ha grande valore

DIVENTA
UNO DI NOI

Attivati nel lavoro o nel volontariato con noi

ISCRIVITI
ALLA NEWSLETTER

Attraverso la nostra newsletter mensile condividiamo aggiornamenti sui progetti, sulla vita del CAM, sulle iniziative in Trentino e in Mozambico, segnalazioni, proposte e riflessioni.