Partecipa alla sCAMpagnata solidale!

Partecipa alla sCAMpagnata solidale!

Una camminata dal Passo Redebus a Malga Cambroncoi, dove si mangerà insieme. Un modo per ritrovarsi tra amici e simpatizzanti del CAM dopo tanti mesi di distanza.

CHI – L’invito è per tutti gli amici e simpatizzanti del CAM, passati attuali o… futuri! Sono benvenuti amici, familiari, cani…

QUANDOsabato 19 settembre, in caso di brutto tempo l’escursione verrà spostata alla settimana successiva, sabato 26 settembre.

DOVE – Ritrovo al parcheggio di Passo Redebus alle ore 10.30 per chi vuole partire col gruppo, in ogni caso si camminerà in piccoli gruppi, quindi chi vuole può partire prima o dopo per ritrovarsi poi tutti a Malga Cambroncoi.
Il Passo Redebus (m 1453) è raggiungibile dalla valle dei Mocheni – valle che s’imbocca a Pergine Valsugana – deviando sulla sinistra poco prima del paese di Palù/Palai. Oppure risalendo l’altopiano di Pinè fino a Centrale, quindi a destra si sale al Passo Redebus transitando per la località Regnana.
Il percorso a piedi per raggiungere la malga (nb. su strada forestale poiché il sentiero è inagibile) è percorribile in un’oretta, il dislivello è circa 240 mt. Per chi lo desidera, prima o dopo il pranzo, si può raggiungere Cima Costalta con una camminata di un’altra oretta.
Se qualcuno avesse difficoltà nella camminata e  volesse partecipare al pranzo arrivando in macchina è possibile fare richiesta per un permesso di accesso alla strada forestale.

MENU – il menu indicativamente sarà composto da un piatto completo con gnocchi di ricotta, polenta, salsicce, formaggio fuso, funghi e crauti. E’ possibile comunque fare variazioni in base alle esigenze, oppure ordinare dal menu della Malga.
Per chi lo desidera, se il tempo lo consente, si potrà mangiare sui tavoli all’aperto.

RACCOLTA FONDI – il ricavato delle offerte raccolte sarà impiegato per le attività di sensibilizzazione che l’associazione Mbaticoyane realizza sul Covid-19 nelle comunità rurali di Caia. L’offerta minima consigliata, incluso il costo del pranzo, è 20 € (per i bambini concordare in base a ciò che ordinano per pranzo), che verrà raccolta all’arrivo alla Malga.

PRENOTAZIONI – entro il 10 settembre alla mail cam@trentinomozambico.org o maddalena.parolin@trentinomozambico.org

PS – alla malga si possono comprare i formaggi di produzione propria!!!

(foto tratta da www.iltrentinodeibambini.it)

Attivati con il Consorzio Associazioni con il Mozambico: DIVENTA SOCIO!

Attivati con il Consorzio Associazioni con il Mozambico: DIVENTA SOCIO!

Come spiegato in precedenza qui, è possibile da quest’anno sostenere attivamente il CAM diventandone soci.

Diventare soci del CAM significa:

  • sostenere le attività in Mozambico, contribuire allo sviluppo umano e diventare parte di un network di cooperazione solidale.
  • contribuire allo sviluppo delle attività ma anche al miglioramento delle strategie generali dell’associazione.

Associandosi entro questo mese ci sarà inoltre la possibilità di voto nella prossima assemblea annuale, che si svolgerà nell’autunno del 2020!

Accogliere nuovi soci per il CAM è importante per rafforzare l’impegno in Mozambico oltre la provincia di Sofala, allargare la partecipazione a nuovi volontari e promuovere la solidarietà.

Ricordiamo che diventare soci è molto semplice: compila e firma il modulo con la richiesta all’Assemblea, invialo via mail o consegnalo allo staff CAM o ad un membro del consiglio direttivo.

Dopo aver versato la quota associativa per singoli soci di € 20 (in contanti o attraverso bonifico bancario specificando nella causale “quota associativa”), ti verrà confermata l’accettazione e riceverai il materiale di ..

BENVENUTO SOCIO!

SCARICA IL MODULO

 

 

NUOVA CAMPAGNA SOCI 2020

NUOVA CAMPAGNA SOCI 2020

Dal 2020 è possibile associarsi al Consorzio Associazioni con il Mozambico!

L’assemblea dei soci, riunita il giorno 30 gennaio 2020, ha infatti concordato di intraprendere questa nuova strada, peraltro già prevista dallo statuto, il quale consente l’adesione come socio anche alle persone fisiche e non solo ad associazioni o enti.

Il nome del CAM resterà Consorzio Associazioni con il Mozambico, riflettendo una parte importante dell’identità dell’associazione, ma l’assemblea a partire dal 2020 sarà costituita  anche dalle tante persone che decideranno di sostenerci.

La quota annuale è stata fissata a 20 euro.

Perché questo cambio di identità?

…perché in quasi 20 anni di percorso il CAM è cresciuto molto ed ha visto modificare la propria azione, inizialmente incentrata sul progetto di cooperazione comunitaria nel distretto di Caia, verso un impegno in Mozambico più ampio;

…per sostenere le attività del CAM ed allargare la partecipazione dei volontari nella vita associativa, confrontandosi anche sulle strategie generali e non più soltanto sulle singole attività;

…per far conoscere maggiormente l’associazione e le attività che promuove, coinvolgendo sempre più persone in una azione di cooperazione solidale.

Diventando soci si potrà sostenere i progetti di cooperazione in Mozambico, condividere l’impegno per lo sviluppo umano e sostenibile, rafforzare il legame stretto che lega la comunità di Sofala con quella trentina e contribuire in prima persona allo sviluppo delle attività e delle strategie dell’Associazione.

Diventare socio è molto facile: compila e firma il modulo con la richiesta all’Assemblea e consegnalo allo staff CAM o ad un membro del Consiglio Direttivo (qui la versione da stampare e compilare a penna, qui la versione da compilare sul pc e stampare per la firma).

Dopo aver versato la quota associativa annuale per soci singoli di € 20 (in contanti o attraverso bonifico bancario specificando nella causale quota associativa), ti verrà confermata l’accettazione e riceverai il materiale di …

BENVENUTO SOCIO!

Auguri di Buone Feste e un pensiero africano

Auguri di Buone Feste e un pensiero africano

auguri

Nell’augurare buone feste a tutti gli amici del CAM, ai collaboratori vecchi e nuovi, al personale di Caia, a finanziatori, volontari, sostenitori, partner, compagni di strada… vogliamo condividere le riflessioni dello scrittore Mia Couto che qualche anno fa hanno colpito particolarmente un membro del nostro direttivo, Giovanna Ceol, tanto che ha voluto tradurre il testo dal portoghese e metterlo a disposizione di tutto il CAM (vedi sotto come richiedere la pubblicazione).

Estratto da una lectio magistralis dello scrittore mozambicano Mia Couto del 2005, “Le sette scarpe sporche” è un testo che parla di riscatto, di fiducia, di orgoglio, ma anche di consapevolezza, rispondendo alla domanda: “Cosa serve per il cambiamento dentro e fuori dall’Africa?”.

Il CAM assieme a tanti amici, collaboratori, partner, volontari, lavora da anni con e per l’Africa. Ci siamo sempre sforzati, innanzitutto, di conoscere e cercare di capire la diversità con cui ci rapportavamo e poi di rinforzare, attraverso l’acquisizione di nuove conoscenze e di modalità del fare, la fiducia nelle capacità personali e l’orgoglio dell’autonomia. Condividiamo questo testo come riflessione stimolante per tutti noi e per il nostro impegno.

copertina mia couto-page-001

Scrive Couto: Non possiamo che essere ottimisti e fare quello che i brasiliani chiamano “alzarsi, scuotere la polvere e partire per la vetta”. E di cime in Trentino ne sono state scalate tante. Buona continuazione allora a noi e ai nostri compagni di strada mozambicani nello scalare vette insieme.

Trento, dicembre 2013

Consorzio Associazioni con il Mozambico onlus

Il testo – fascicoletto di 37 pagine con testo originale portoghese e traduzione italiana – è disponibile negli uffici CAM (a partire dal 7 gennaio) oppure su richiesta via mail nel formato pdf.

Rinnovamenti nel CAM – nuovi soci e consiglieri

Tavolo2013

Si è tenuto mercoledì 10 luglio 2013 l’incontro annuale del Tavolo Trentino con il Mozambico, una occasione per presentare a tutti gli interessati le attività svolte nel 2012-2013 e per confrontarsi sulle iniziative future.

Oltre ad illustrare le attività in corso a Caia nei diversi settori del programma, è stato dato spazio alla comunicazione di alcuni importanti cambiamenti che interessano l’associazione, con la variazione dei soci del consorzio e la nomina di nuovi membri del direttivo.

  • L’associazione Sottosopra onlus ha chiuso ufficialmente le sue attività ad inizio 2013, andando a confluire con l’ONG trentina ACCRI;
  • L’associazione ISF Trento ha deliberato la sua uscita dal consorzio, per difficoltà legate alla mancanza di tempo e di volontari;
  • L’ONG ACCRI ha ufficialmente richiesto l’adesione al consorzio;

Per rafforzare la direzione del CAM, in considerazione della necessità, per affrontare le sfide del programma, di una guida molto presente ed attiva, è stato deliberato in assemblea l’allargamento del direttivo che passa da 6 a 10 membri. Questi sono stati eletti dall’assemblea dei soci il 22 maggio tra i nomi proposti da questi ultimi (ma non necessariamente rappresentanti associati ad una singola associazione che compone il CAM).

I nuovi membri del CDA da fine maggio sono: Maria Maines, Alessandro Paletto, Tina Pelanda e Marco Viola. Accanto a loro proseguono il loro impegno il presidente Paolo Rosatti, il vicepresidente Gianpaolo Rama, Giovanna Ceol, Giovanna Luisa, Cristina Bancher e Luisa Casonato.

Sono stati inoltre presentati all’incontro del Tavolo gli stagisti dell’ufficio CAM-Trento Barbara Zamboni, che ha concluso a fine giugno passando a lavorare con ACCRI e Diego Lenzi, che affiancherà il coordinamento nei mesi di luglio e agosto.