Le piantine di aloe: bellezza, solidarietà, pace e salute in un solo gesto!

Le piantine di aloe: bellezza, solidarietà, pace e salute in un solo gesto!

Le volontarie dell’associazione A Scuola di Solidarietà in occasione della ricorrenza del 4 ottobre – a 30 anni dalla firma dell’Accordo di Pace siglato Roma, che ha segnato la fine della lunga e sanguinosa guerra civile in Mozambico, raccoglieranno offerte per i progetti educativi promossi a Maputo, nel quartiere di Mavalane, proponendo delle piantine di Aloe vestite a festa.

Sarà possibile “adottare” le piantine, rivestite da una stoffa proveniente dal Mozambico e corredate da una scheda che presenta gli innumerevoli utilizzi di salute e benessere dell’Aloe, contattando il cam info@trentinomozambico.org o partecipando all’evento di sabato 8 ottobre a Castel Pergine (link all’iniziativa).

Pace si può...

Accordo generale di pace

tra il governo Mozambicano, guidato dal Fremlino e la Resistenza Nazionale Mozambicana (Renamo) 

4 ottobre 1992

Celebrare un evento significa tramandarne il ricordo

 

Il Trentino in Mozambico cresce: l’Assemblea Annuale dei Soci

Il Trentino in Mozambico cresce: l’Assemblea Annuale dei Soci

Si è tenuta giovedì 16 giugno l’assemblea annuale del Consorzio Associazioni con il Mozambico, che ha visto la presenza di soci e simpatizzanti dell’Associazione sia in presenza presso l’Oratorio di Gardolo sia collegati da remoto.

Il CAM ha lavorato per 15 anni soprattutto nel distretto di Caia, nella Provincia di Sofala in Mozambico. Anni di intense relazioni tra istituzioni, anche ad alto livello, di progetti (alcuni piccoli ed alcuni molto ambiziosi, come la scuola di agraria o la banca di microcredito), di scambi e di crescita.

Come testimoniato dal bilancio approvato (che per il secondo anno supera il milione di euro) e dalla relazione delle attività 2021 illustrata dal Presidente Paolo Rosatti, a crescere non è stato solo lo sviluppo locale della comunità di Caia, ma anche l’associazione nelle sue competenze e nell’expertise specifico nel lavorare in Mozambico.

È anche per questo che qualche anno fa, conclusa la fase di supporto economico prevalente da parte della PAT, decine di persone hanno deciso di diventare soci del CAM e di sostenere il direttivo e lo staff in un rilancio del programma. Un rilancio nello spazio, con l’ampliamento del raggio di azione fino ad includere 5 distretti della Provincia di Sofala toccando anche altri territori grazie a partnership strategiche, e soprattutto un’evoluzione nel livello dei progetti e nella capacità di interagire con finanziatori e gestire interventi complessi.

Durante l’illustrazione del bilancio, il direttore Isacco Rama ha mostrato che l’investimento sull’area di progettazione ha permesso di lavorare nel 2021 con iniziative finanziate da enti internazionali come UNICEF e UNDP, ma anche l’Agenzia Italiana per la Cooperazione Allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri che ha recentemente inserito il CAM nell’elenco delle organizzazioni della società civile accreditate. E le prospettive per il 2022 sono di un incremento ulteriore, grazie all’approvazione di tre importanti progetti su bandi pluriennali.

Il lavoro  che il CAM realizza è incentrato, ormai da vent’anni, in diversi ambiti che si integrano e si rafforzano reciprocamente

Comprende iniziative sociali nell’ambito dello sviluppo umano, soprattutto l’assistenza domiciliare e l’educazione prescolare, nell’ambito dello sviluppo economico, con un importante programma di microcredito il quale generale delle risorse che vengono investite proprio a supporto dei progetti sociali a Caia, nell’area ambientale, con un grosso progetto di supporto al Comune di Beira nell’ambito della gestione dei rifiuti solidi urbani, e con altre iniziative specifiche, come l’intervento nelle comunità colpite dal colera a Caia o la ricostruzione di edifici scolastici spazzati via dal Ciclone Idai del 2019.

Una delle cose più belle, e certamente una delle forze di questa realtà, è la capacità di riunire differenti generazioni e approcci: volontari pensionati con grande esperienza professionale in specifici ambiti, un team di operatori in Italia e in Mozambico (circa 80 i collaboratori mozambicani e una decina quelli italiani, divisi tra Trento e Beira) di età differente e con anni di lavoro alle spalle, ma anche un gruppo sempre più nutrito di giovani in Servizio Civile, ragazzi e ragazze con studi specifici e una grande voglia di imparare e di “cooperare per un futuro condiviso”.

sCAMpagnata 2022, un prezioso momento di condivisione

sCAMpagnata 2022, un prezioso momento di condivisione

Eravamo davvero tanti/e domenica 22 maggio alla terza edizione della sCAMpagnata solidale! È stato per noi un immenso piacere rivedere vecchi amici e amiche, conoscerne di nuovi/e e trascorrere insieme una giornata in compagnia, una preziosa occasione per creare momenti di condivisione e per poter raccontare le ultime novità dal Mozambico.

Grazie di cuore a chi c’era, fisicamente o anche solo con il pensiero, e a chi ha contribuito alla realizzazione della giornata donando il suo tempo. Grazie a Ortazzo per il prestito della stoviglioteca e alle amiche dell’Associazione “A Scuola di Solidartietà” per la splendida collaborazione!

Nel corso dell’iniziativa abbiamo raccolto 770€ che saranno impiegati per supportare le attività di educazione prescolare delle Escolinhas e di assistenza domiciliare e sensibilizzazione dell’associazione Mbaticoyane nelle comunità rurali di Caia.

Di seguito trovate le foto ricordo della giornata. A presto!

sCAMpagnata Solidale – Terza Edizione

sCAMpagnata Solidale – Terza Edizione

Dopo le bellissime esperienze della prima e della seconda edizione, con grande piacere riproponiamo una camminata in compagnia di soci, volontari, staff e amici del CAM per ritrovarsi e stare insieme.

CHI – L’invito è per tutti i soci, amici, volontari e simpatizzanti del CAM: familiari e amici sono i benvenuti!

QUANDODomenica 22 maggio, in caso di maltempo l’evento sarà rimandato a domenica 29 maggio.

DOVEMalga Pec: ritrovo al parcheggio di Passo Redebus alle ore 10:30 per chi vuole partire col gruppo. In ogni caso si camminerà in piccoli gruppi, quindi chi vuole può partire prima o dopo per ritrovarsi poi tutti a Malga Pec indicativamente alle ore 11:30. 
Il Passo Redebus (m 1453) è raggiungibile dalla valle dei Mocheni – valle che s’imbocca a Pergine Valsugana – deviando sulla sinistra poco prima del paese di Palù/Palai. Oppure risalendo l’altopiano di Pinè fino a Centrale, quindi a destra si sale al Passo Redebus transitando per la località Regnana.
Malga Pec si trova a metà strada sul percorso per raggiungere Malga Cambroncoi ed è raggiungibile con una agevole camminata di mezz’oretta. Per chi lo desidera, prima o dopo il pranzo, si può raggiungere il crocifisso di Bruno Lunz con una camminata di un’altra mezz’oretta. Ci teniamo a specificare che la Malga non è dotata di acqua corrente e servizi igienici.
Se qualcuno avesse difficoltà nella camminata e  volesse partecipare al pranzo arrivando in macchina, ci informeremo se è possibile fare richiesta del permesso di accesso alla strada forestale.

MENÙIl pasto sarà gentilmente preparato dai volontari e dalle volontarie del CAM e si terrà nello spazio esterno della malga. Chiediamo, nell’ottica di una minor produzione possibile di rifiuti, di venire attrezzati con coperta da pic-nic, borraccia e stoviglie personali per consumare il pranzo.

RACCOLTA FONDI – Per l’iscrizione è previsto un contributo minimo di 15 € (per i bambini 5 €) che verrà raccolto all’arrivo alla Malga. Il ricavato dei contributi sarà impiegato per supportare le attività di educazione prescolare delle Escolinhas e di assistenza domiciliare e sensibilizzazione dell’associazione Mbaticoyane nelle comunità rurali di Caia. Nonostante questi ultimi anni siano stati duri e ricchi di sfide, le attività a Caia non si sono mai fermate grazie al paziente lavoro di educatori, assistenti domiciliari e volontari.
Alla Malga sarà anche presente un banchetto organizzato dagli amici e amiche dell’Associazione A Scuola Di Solidarietà in cui sarà possibile acquistare deliziosi sciroppi al limone e una curiosa “proposta pungente” per supportare il loro impegno nell’ambito del diritto allo studio.

PRENOTAZIONIEntro domenica 15 maggio scrivendoci all’indirizzo email info@trentinomozambico.org specificando eventuali allergie o intolleranze alimentari.

 

Vi aspettiamo!

Grazie agli amici della sCAMpagnata!

Grazie agli amici della sCAMpagnata!

Un grazie di cuore da parte del CAM agli amici e alle amiche che domenica 26 settembre hanno partecipato alla seconda edizione della sCAMpagnata Solidale!

Ci ha fatto un immenso piacere rivedere vecchi amici e conoscerne di nuovi. La vostra presenza numerosa è stata per noi preziosa e un segno di grande affetto e vicinanza.

Le vostre generose donazioni saranno impiegate per supportare le attività di assistenza domiciliare e sensibilizzazione che l’Associazione Mbaticoyane realizza nelle comunità rurali di Caia. A tal proposito, nel corso della giornata abbiamo avuto il piacere di leggere una lettera ricevuta da parte del Servizio Distrettuale di Salute, per la Donna e l’Azione Sociale che riportiamo qui sotto:

Il Serviço Distrital de Saúde Mulher e Acção Social di Caia ringrazia la vostra prestigiosa Istituzione per il sostegno incommensurabile dato. Al giorno d’oggi, è raro trovare Istituzioni che abbiano le qualità che voi avete dimostrato. L’aspetto umanitario della vostra Istituzione è una nobile caratteristica che possiamo solo riconoscere.

Grazie al vostro sostegno, abbiamo fatto un passo da gigante nella realizzazione delle attività per combattere l’epidemia di diarrea che sta devastando la città di Caia.
Vi informiamo che il settore è a vostra disposizione per condividere qualsiasi informazione che possa essere utile per la materializzazione di qualsiasi progetto.

Ancora una volta, vi ringraziamo per tutto.

Serviço Distrital de Saúde Mulher e Acção Social

Parole, queste, che fanno bene al cuore, ci emozionano e ci riempiono di speranza.

Ancora una volta grazie e a presto!