Un marzo speciale per i nostri staff a Trento e in Mozambico: partenze e arrivi

Un marzo speciale per i nostri staff a Trento e in Mozambico: partenze e arrivi

Marzo è stato un mese di gran cambiamento per il CAM, a Trento così come in Mozambico.

La principale novità è l’arrivo del nuovo coordinatore del CAM in Mozambico Marco Andreoni, che prende il posto di Marina Bosetti. Dopo un intenso affiancamento con moltissime visite istituzionali Marina ha salutato tutto lo staff concludendo la sua collaborazione, durata due anni. Marco vive in Mozambico da oltre 20 anni ed ha ricoperto numerosi incarichi per differenti ONG italiane, in particolare Celim. La sua conoscenza del paese e la sua rete di contatti saranno un bagaglio prezioso da mettere a disposizione del CAM per lo sviluppo delle attività.
A metà marzo il direttore CAM Isacco Rama è stato in missione a Beira, partecipando ad alcuni incontri istituzionali per presentare il nuovo Rappresentante Paese. Un grande grazie a Marina per il cammino fatto con noi e benvenuto Marco!

Anche Elena Pandrin dell’ufficio amministrazione di Trento è attualmente in Mozambico per la sua seconda missione di tre mesi.

Anche nell’ufficio di Trento sono stati molti i cambiamenti in marzo. Vogliamo ringraziare Martina Seppi e Sofia Ricci che hanno concluso il Servizio Civile SCUP e diamo il benvenuto ad Alessandro Meneghini, che ha cominciato il suo anno nell’ufficio comunicazione. E poi un bentornata ad Anna Tait, in passato SCUP presso il nostro ufficio progetti, che torna nel team sostituendo temporaneamente Silvia Comper che si assenta per maternità. Concludiamo quindi con i nostri auguri a Silvia, perché possa vivere al meglio i prossimi intensi mesi accogliendo la nuova vita in arrivo.

Aperte le iscrizioni al corso di lingua portoghese A2 edizione 2024

Aperte le iscrizioni al corso di lingua portoghese A2 edizione 2024

Stiamo per iniziare una nuova edizione del corso online di lingua portoghese A2. 

Il corso prevede 11 lezioni dl 26 marzo al 28 maggio, e si svolgerà ogni martedì dalle 18.00 alle 19:20 con un docente di lingua, Nicola Baggiani.

Il corso si terrà interamente online, così da permettere a chi si trova lontano di partecipare, è aperto ad un massimo di 12 partecipanti, per consentire una buona interazione. In caso di assenza è possibile recuperare le registrazioni, Anche se è sempre consigliato di partecipare attivamente per un apprendimento migliore e più coinvolgente.

Il costo del corso è di:

  • € 60 per studenti
  • € 90 per lavoratori

Il corso rimane di livello base, ma questa volta si passerà al livello successivo rispetto a quello precedente,  e si pone l’obiettivo di approfondire l’apprendimento della lingua non solo attraverso lezioni frontali di grammatica ma anche di conversazione con madrelingua.

Per partecipare non è necessario aver già frequentato il corso base, è sufficiente avere già avuto un primo approccio con la lingua portoghese, ad esempio attraverso un soggiorno di alcune settimane in un paese dove si parla la lingua oppure aver già appreso le basi attraverso studio personale.

Per ogni dubbio o per chiedere informazioni contattare info@trentinomozambico.org

Grazie di cuore! Una cena solidale di successo

Grazie di cuore! Una cena solidale di successo

Il nostro ringraziamento a tutti/e coloro che hanno reso possibile la meravigliosa serata di sabato, al cuoco Ernesto, a Maria e a tutte le altre collaboratrici della cucina, alle volontarie e ai volontari e soprattutto a chi ha scelto di sostenerci e trascorrere un po’ di tempo in compagnia del CAM.

Grazie a chi ha preparato e donato le torte  e a chi ci ha contribuito con alcuni degli alimenti per il delizioso menù, a chi ha predisposto gli allestimenti floreali, a chi ha donato gli oggetti per la ricca lotteria! Grazie anche all’Oratorio S. Antonio per l’ospitalità.

Speriamo di poter ripetere questo successo con nuove edizioni della cena solidale in futuro!

Cena Solidale 17 febbraio 2024

Foto di Gianpaolo Rama, Luisa Rocha, Maddalena Parolin

Sguardo alla cooperazione internazionale in occasione di Trento Capitale Europea del Volontariato

Sguardo alla cooperazione internazionale in occasione di Trento Capitale Europea del Volontariato

Sabato 3 febbraio il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ha inaugurato  l’iniziativa Trento Capitale Europea del Volontariato 2024 con un evento presso il Palazzetto dello Sport

Più di 2.500 persone hanno preso parte all’incontro che ha visto interventi di varie voci della politica trentina, come il sindaco di Trento Franco Ianeselli e il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti. Il Presidente Mattarella ha ringraziato tutti i volontari e le volontarie in Trentino, attivi nei settori della sanità, dell’inclusione sociale, della sostenibilità ambientale, dell’educazione, della cooperazione internazionale e in molti altri campi. I volontari sono stati definiti “campioni di umanità” per il loro impegno nella solidarietà sociale, che spesso si espande oltre i confini del territorio Trentino.

 

Infatti, la realtà della cooperazione internazionale vede impegnate circa 250 associazioni per la realizzazione di progetti di sviluppo sociale, economico e a volte anche tecnologico nel paesi del Sud del mondo. Tutte queste associazioni che si occupano di sviluppo e di crescita di paesi terzi hanno necessità di un impegno costante da parte delle istituzioni politiche sia a livello provinciale sia a livello nazionale. A questo proposito, la realtà della cooperazione internazionale trentina si augura di poter ridiscutere presto all’interno degli organi provinciali la possibilità di destinare lo 0,25%  del Bilancio Provinciale (come previsto nella Legge Provinciale 15 marzo 2005 n* 4) a favore dei progetti di sviluppo. Questa richiesta è in linea con le parole del Presidente Mattarella, che ha elogiato Trento e il Trentino come “grande potenza di solidarietà” e che, come tale, va sostenuta anche dal punto di vista della volontà politica.

Il CAM era presente all’inaugurazione con alcuni dei nostri consiglieri, impegnati anche nell’istruzione scolastica con l’associazione A Scuola di Solidarietà e nell’assistenza sanitaria gratuita  per i senzatetto e migranti con il GRIS Trentino. In occasione della nomina della città di Trento come Capitale Europea del Volontariato, Giovanna, membro del direttivo del CAM, ha rilasciato una toccante testimonianza di una vita dedicata alla cooperazione internazionale in Mozambico, prima come insegnante in un asilo nido e poi come membro attivo all’interno del CAM per il progetto delle Escolinhas per il settore educativo prescolare.

Il CAM può dunque contare su una solida e strutturata rete di volontari e volontarie che, con la loro professionalità e dedizione, ci aiutano da oltre 20 anni nella realizzazione dei nostri progetti. Come Andrea Patton ed Enrico Baldo, che hanno seguito e seguono tuttora il progetto di microcredito per piccole e medie imprese del distretto di Caia, o come Gianni Filippi, attuale Presidente. In occasione di questo anno speciale per la città di Trento, il nostro fotografo di fiducia Paolo Ghisu insieme con il collega Matteo Morelli di WJTrento ha realizzato una gallery con alcuni dei nostri attuali volontari.

Il volontariato nella cooperazione è dunque sinonimo di professionalità, competenze, impegno e tanta dedizione. Come ricordato dal Presidente Mattarella “Il volontariato è espressione di una scelta in favore degli esseri umani”, una scelta che può cambiare la vita di molte persone, sia in Trentino, sia in Mozambico.

Martina Seppi – Servizio Civile CAM area comunicazione

Di seguito una rassegna stampa di alcuni articoli di questi giorni sul tema #trentocapitaledelvolontariato correlati all’ambito della solidarietà internazionale

La Radio Comunitaria di Caia si presenta

La Radio Comunitaria di Caia si presenta

Vi aspettiamo martedì 13 febbraio alle ore 17:00 presso la Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale di Trento, dove il CAM sarà ospite per parlare della Radio Comunitaria di Caia (RCC) e dei progetti che la coinvolgono. La RCC è un importante mezzo di informazione e uno spazio partecipativo all’interno delle comunità rurali.

Sarà un’occasione preziosa per parlare dell’evoluzione della RCC, che da 16 anni parla alle comunità rurali locali delle storie di quotidianità delle persone, degli eventi sociali più importanti e significativi e dell’importanza dell’educazione sanitaria. Infatti, dal 2022 la RCC si occupa di sensibilizzare le comunità in merito alla prevenzione delle malattie trasmissibili e all’importanza delle terapie mediche, soprattutto per i soggetti più fragili, nell’ambito del progetto di sviluppo umano Follow The SUn.

L’evento si svolgerà in collaborazione con Biblioteca Comunale di Trento, Radio Dolomiti, Sanbaradio e Fondazione Museo Storico del Trentino.

Vi aspettiamo numeros*!